Vai al menù principale |  Vai ai contenuti della pagina
Amministrazione Trasparente

icoIn primo piano

icoAree Tematiche

icoServizi OnLine

icoAltri Servizi

Seguici su Facebook
Dimensione testo:
     

GUIDA AI SERVIZI

SEPARAZIONE E DIVORZIO IN COMUNE DAVANTI ALL'UFFICIALE DI STATO CIVILE

Questo servizio è stato letto 3042 volte
Visualizza le news dell'area: Demografici ed elettorale
Visualizza la scheda: DEMOGRAFICI: ANAGRAFE - STATO CIVILE - ELETTORALE (Area Amministrativa e servizi alla persona)
Questo servizio è collegato ai seguenti Eventi della vita: Matrimonio, Famiglie in crisi, Stato civile

L’art. 12 della Legge n. 162/2014 prevede, a decorrere dall’11/12/2014, la possibilità per i coniugi di comparire direttamente innanzi all’Ufficiale dello Stato Civile del Comune di celebrazione del matrimonio ovvero presso il Comune di residenza di uno dei coniugi, per concludere un accordo di separazione, di divorzio o di modifica delle precedenti condizioni di separazione o di divorzio, mediante il pagamento del diritto fisso di €16.00 in contanti.

Tale modalità semplificata potrà essere espletata dai coniugi, con appuntamento e con l’assistenza facoltativa di un avvocato,  solo in presenza delle seguenti condizioni:

  •  assenza di figli minori
  • assenza di figli maggiorenni incapaci o portati di handicap

  • assenza di figli maggiorenni economicamente non autosufficienti

L’accordo dei coniugi NON può contenere patti di trasferimento patrimoniale.

Al fine di promuovere una maggiore riflessione sulle decisioni in questione, è stato previsto un doppio passaggio dinanzi all’Ufficiale di Stato Civile a distanza di non meno di 30 giorni.

 La mancata comparizione per la conferma dell’accordo (secondo passaggio) comporta la decadenza dell’accordo, pertanto E’ OBBLIGATORIA.

A CHI RIVOLGERSI:
DEMOGRAFICI: ANAGRAFE - STATO CIVILE - ELETTORALE (Area Amministrativa e servizi alla persona)
Tel: 0331.460461 - opzione 1
Fax: 0331.461448
Email: anagrafe@comune.arconate.mi.it - elettorale@comune.arconate.mi.it
COSA OCCORRE:

Documento di riconoscimento valido di entrambi i coniugi.

In caso di accordo di divorzio, copia delle sentenza di separazione coniugale conclusa dinanzi all'Autorità Giudiziaria.

COSTI:

Euro 16.00 come diritto fisso in contanti.

NORME COMUNALI O SUPERIORI:

Legge 10 novembre 2014, n. 162. Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 12 settembre 2014, n. 132.