Vai al menù principale |  Vai ai contenuti della pagina
Amministrazione Trasparente

icoIn primo piano

icoAree Tematiche

icoServizi OnLine

icoAltri Servizi

Seguici su Facebook
Dimensione testo:
     
Sono presenti 2 allegati
Questo articolo è stato letto 2929 volte
Pubblicato il: 09/04/2015    Segnala pagina su Facebook Segnala

PATTO DEI SINDACI: UN IMPEGNO PER RIDURRE LE EMISSIONI DI CO2 CAUSATE DAI NOSTRI CONSUMI DI ENERGIA

PATTO DEI SINDACI: UN IMPEGNO PER RIDURRE LE EMISSIONI DI CO2 CAUSATE DAI NOSTRI CONSUMI DI ENERGIA

Quanta CO2 emettiamo sul nostro territorio a causa dei nostri usi energetici? Ecco i risultati della Baseline, documento conoscitivo preliminare alla redazione del PAES (Piano d'Azione per l'Energia Sostenibile) di Arconate
Grazie al contributo messo a disposizione da AMGA SpA, a partire da ottobre scorso il Comune di Arconate ha avviato i lavori per la redazione del Piano d'Azione per l'Energia Sostenibile, documento previsto per i Comuni che aderiscono al Patto dei Sindaci, un'iniziativa europea rivolta alla promozione dell'efficienza energetica e delle fonti rinnovabili nell'ambito delle politiche di contenimento delle emissioni di CO2 che l'Europa ha assunto nel 2008 (il cosiddetto "pacchetto clima 20-20-20"). Ad oggi in tutta Europa hanno aderito al Patto oltre 6000 Comuni.
Il Comune di Arconate ha aderito al Patto dei Sindaci con Delibera comunale n.56 del 27 novembre 2014. Con l'adesione al Patto, che è di tipo volontario, il Comune (tramite il suo Sindaco) si impegna nei confronti dell'Unione Europea a ridurre le proprie emissioni di CO2 di almeno il 20% entro il 2020 e per far ciò si impegna a redigere, entro un anno dall'adesione, il Piano d'Azione per l'Energia Sostenibile (PAES), che si compone di due documenti:
- la Baseline, ovvero il quadro di riferimento socioeconomico-infrastrutturale e dei consumi e l'inventario delle emissioni (BEI) all'anno di riferimento scelto dal Comune (per Arconate è il 2006);
- il Piano d'Azione, ovvero l'insieme di misure ed azioni, scadenzate temporalmente, per raggiungere l'obiettivo di riduzione delle emissioni di CO2 di almeno il 20% entro il 2020 rispetto a quelle del 2006.
Aderire al Patto è un impegno ma anche un'opportunità, in quanto significa poter partecipare a un circuito internazionale di scambio di informazioni e di esperienze e, soprattutto, di elaborazione di progetti e di disponibilità di finanziamenti rivolti alla creazione di una economia a basso contenuto di carbonio.
I lavori finora portati avanti grazie ai consulenti de La Esco del Sole hanno definito il quadro emissivo del territorio: dove consumiamo energia, quanta ne consumiamo e quanta CO2 emettiamo di conseguenza. I dati sono stati raccolti ed elaborati al 2006 e anche al 2012 per valutare l'evoluzione che il territorio ha osservato in questi anni.
Nei grafici potete vedere i dati di sintesi.
Al 2006 le emissioni di tutto il territorio comunale dovuti agli usi energetici erano 33'500 tonnellate (5,5 tonnellate per abitante), mentre al 2012 poco più di 22'000.

Vedasi l'allegato riportante, nel dettaglio, la percentuale delle emissioni di CO2 dovute ad usi energetici sul territorio di Arconate al 2006

 

____________________________________________________________________________________________________________________________________

 

Il Consiglio Comunale  di Arconate, con deliberazione del Consiglio Comunale n. 34 in data 1/10/2015, ha approvato  il Piano di Azione per l'Energia Sostenibile (PAES), redatto dalla Società La ESCo del Sole srl.

La citata deliberazione, unitamente al testo integrale del Piano, viene riportata in allegato.